[Islandese] Lezione 5. I pronomi personali soggetto ed “essere” al presente

In questa lezione vedremo quali sono i pronomi personali in islandese e come coniugare il verbo essere, vera, al tempo presente.

Preparati, perché questa quinta lezione sarà bella corposa. Iniziamo!

Se nel corso di questa lezione lezione dovessi avere problemi con la pronuncia, ti rimando all’articolo dedicato all’alfabeto dell’islandese dove troverai una vera e propria guida alla pronuncia di vocali e consonanti.


I pronomi personali soggetto in islandese

Ecco di seguito la tabella che illustra i pronomi personali in islandese.

Attenzione!
I pronomi personali in islandese non sono mai sottintesi, proprio come accade in inglese.

IslandeseItaliano
égio
þútu
hann, hún, þaðlui, lei, esso/a
viðnoi
þiðvoi
þeir, þær, þauloro (m, f, n)

Se hai seguito le scorse lezioni conoscerai già i pronomi islandesi ég e þú. In ogni caso, non hanno bisogno di presentazioni: sono l’equivalente di io e tu in italiano.

Ég
Io

Þú
Tu

Un discorso diverso, invece, va fatto per i pronomi personali in islandese della terza persona singolare.

Quando in italiano parliamo di lui e lei ci riferiamo esclusivamente a persone di sesso maschile e femminile.

Hann e hún e það in islandese possono riferirsi non solo a persone ma anche a oggetti.

Questo perché, come vedremo in seguito, l’islandese ha tre generi grammaticali: maschile, femminile e neutro.

Hann
Pronome maschile

Hún
Pronome femminile

Það
Pronome neutro

Nota: per questo e per i prossimi esercizi, copia/incolla i caratteri speciali quando ti servono!


Noi in italiano non diremmo mai, con riferimento a una penna, sostantivo di genere femminile, che lei è blu. Diremmo che essa è blu. Il pronome in italiano concorda con il genere naturale del soggetto e viene fatta distinzione tra cose e persone.

Gli islandesi non hanno problemi a dire che lei è blu, perché il pronome in islandese concorda invece con il genere grammaticale a prescindere dal fatto che il soggetto sia una creatura vivente o un soggetto inanimato.

Penninn er blár. Hann er blár.
La penna è blu. Essa è blu.

pronomi personali in islandese
Penninn er blár.
La penna è blu.

Penni, penna, è un sostantivo islandese maschile, ecco perché il pronome usato è hann.

Tölvan er hér. Hún er hér.
Il computer è qui. Esso è qui.

Tölva, invece, che significa computer, è di genere femminile. Da qui useremo hún.

Come avrai capito non c’è concordanza tra i generi dei sostantivi italiani e islandesi, ma nelle prossime lezioni ti illustrerò dei consigli per determinare con facilità il genere dei sostantivi, quindi rimani sintonizzato se vuoi sapere di più su questi tre generi!

Continuiamo con gli altri pronomi personali.

Við
Noi

Þið
Voi


Questi sono semplici: noi e voi, við e þið, usati come in italiano.

Þeir, þær, þau
Loro (m, f, n)

Questi pronomi, invece, sono un po’ più rognosi.

Þeir si usa per gruppi di persone o oggetti maschili.

Þær si usa per gruppi di persone o oggetti femminili.

Þau si usa per gruppi di persone o oggetti eterogenei o neutri.

Se hai un mazzo di penne, quindi, userai þeir (ricorda, penni è di genere maschile). Userai þeir anche per indicare un gruppo di ragazzi o di uomini.

Userai þær per indicare gruppi di sole donne oppure di oggetti femminili.

Infine, userai þau, ad esempio, per indicare una coppia di fidanzati composta da un uomo e una donna.


Il verbo essere, vera, al tempo presente

Bene. Ora che abbiamo visto quali sono i pronomi personali in islandese, possiamo vedere come si coniuga il verbo vera, essere, al tempo presente.

Vera
Essere

Ti anticipo subito che, come in italiano, vera è un verbo irregolare. Ecco la tabella di coniugazione.

IslandeseItaliano
ég erio sono
þú erttu sei
hann, hún, það erlui, lei, esso/a è
við erumnoi siamo
þið eruðvoi siete
þeir, þær, þau eruloro (m, f, n) sono

Per cosa si usa vera?

Si usa come predicato per introdurre un sostantivo o un aggettivo (es. io sono alto, lui è un insegnante).

Si usa come ausiliare nei tempi composti (come in io sto andando).

Ora vediamo qualche esempio di vera come predicato.

Ég er svangur.
Ho fame.
Letteralmente: Io sono affamato

Þú ert kennari.
Tu sei un insegnante.
(Non c’è l’articolo: ignora per ora!)

Hann er ítalskur.
Lui è italiano.

Hún er ítölsk.
Lei è italiana.

Borðið er svart. Það er svart.
Il tavolo è nero. Esso è nero.
(Borð è di genere neutro)


pronomi personali in islandese
Borðið er hvítt.
Il tavolo è bianco.

Við erum ekki frá Íslandi.
Noi non veniamo dall’Islanda.
Letteralmente: Noi non siamo dall’Islanda

Eruð þið frá Íslandi?
Voi venite dall’Islanda?

Þau eru hjón.
Loro sono una coppia.

Non pensare troppo ai complementi per adesso, ma piuttosto concentrati sulla coniugazione del verbo e su come questo viene usato nel contesto della frase. Troverai similitudini con l’inglese, ad esempio, perché si è soliti chiedere Where are you from?.


La negazione di “essere”

Avrai notato, fra gli esempi della sezione precedente, che ho inserito una frase negativa. Te la ripropongo:

Við erum ekki frá Íslandi.
Noi non veniamo dall’Islanda.
Letteralmente: Noi non siamo dall’Islanda

Riesci a individuare qual è l’equivalente islandese del nostro non?

Ekki, esatto.

Ekki
Non

Diversamente dall’italiano, la negazione ekki segue il verbo.

Ég er ekki reiður.
Io non sono arrabbiato.

Ma si colloca a fine complemento se questo è in forma di pronome.

Ég er það ekki.
Non lo sono.

Di seguito ti riporto la coniugazione negativa di vera e qualche altro esempio.

IslandeseItaliano
ég er ekkiio non sono
þú ert ekkitu non sei
hann, hún, það er ekkilui, lei, esso/a non è
við erum ekkinoi non siamo
þið eruð ekkivoi non siete
þeir, þær, þau eru ekkiloro (m, f, n) non sono

Ég er ekki seinn!
Non sono in ritardo!

pronomi personali in islandese
Ég er seinn!
Sono in ritardo!

Borðið er ekki hvítt.
Il tavolo non è bianco.

Hann er ekki ítalskur.
Lui non è italiano.


La forma interrogativa di “essere”

La forma interrogativa di vera è come in inglese: si invertono soggetto e verbo.

IslandeseItaliano
er ég?sono io?
ert þú?sei tu?
er hann, hún, það?è lui, lei, esso/a?
erum við?siamo noi?
eruð þið?siete voi?
eru þeir, þær, þau? sono loro (m, f, n)?

Er ég seinn?
Sono in ritardo?

Ert þú ítalskur?
Sei italiano?

Eruð þið frá Ítalíu?
Venite dall’Italia?

Er hann íslenskur?
Lui è islandese?


E ora?

Ora che abbiamo visto quali sono i pronomi personali in islandese e come coniugare il verbo essere, magari vuoi dare un’occhiata alle altre risorse gratuite di Lingookies:

Se ti è piaciuta questa lezione di islandese, condividila coi tuoi amici che stanno studiando questa lingua!

Lascia un commento